Qualche suggerimento di lettura in vista di sabato, Giornata della Memoria. Oltre ai libri _base_ sull’Olocausto, imprescindibili, come Primo Levi, Hannah Arendt, il Diario di Anne Frank, la Lista di Schindler, per citarne qualcuno, proponiamo una selezione di titoli più o meno recenti che affrontano il tema da tante prospettive diverse: dalle minoranze che tendono a essere escluse dalla memoria, come i rom (Io non mi chiamo Miriam) a libri che raccontano come l’antisemitismo non sia stato un’invenzione dei nazisti, a libri che affrontano il tema del ritorno. Si segnalano inoltre due saggi specifici sulla discriminazione razziale in Italia: uno se ne occupa a partire dal 1938 con l’emanazione delle leggi razziali nel nostro paese, l’altro si concentra sull’accelerazione che i rastrellamenti e le deportazioni subirono dopo l’istituzione della Repubblica Sociale Italiana nel 1943. 

Perché, come riporta il titolo di Liliana Segre che abbiamo scelto come apertura della selezione, la Memoria rende liberi.

Chiudi il menu
Vai alla barra degli strumenti