Guardati dal beluga magico

Guardati dal Beluga magico

Guardati dal beluga magico, di Daniel Cuello

Bao Publishing, 2018 160 pagine, 19,00€

Trama: Daniel Cuello, che nel 2017 ha stupito il mondo del Fumetto italiano con il bellissimo romanzo grafico Residenza Arcadia, torna con un volume dello stesso formato, che raccoglie le strisce per le quali era diventato famoso sul web. Con questo libro Daniel riesce in un’operazione insolita e mirabile: le strisce, messe in questo preciso ordine e incorniciate dai capitoli di una lunga storia inedita (oltre trenta pagine) che racconta l’uomo dietro al fumettista, non sembrano più estemporanei sfoghi dell’”Uomo qualunque”, dall’inconfessabile amore per Alberto Angela alla frustrazione per quando al supermercato finiscono gli “assaggini” al banco salumi. Le strisce sembrano parte di un universo coerente, con una sua continuity interna, che la storia inedita svela ed esalta. Un libro prezioso, di cui Winsor McCay sarebbe stato fan, dolceamaro, saggio e cosciente di sé come solo i cartoonist di razza sanno essere.

Costruirsi una carriera raccontando il quotidiano e il malessere di una generazione

Come Zerocalcare, Daniel Cuello è un fumettista che è partito dal web prendendo spunto dal suo quotidiano e che si sta lanciando in questi ultimi anni con storie più lunghe e organiche. Residenza Arcadia, la sua prima graphic novel stand alone, è stata un grande successo. Questo nuovo volume, uscito alla fine di aprile, unisce una storia inedita che narra di un disagio comune tra i giovani tra i venticinque e i trent’anni, che prende la forma del magico beluga che perseguita il fumettista. È una narrazione sensibile, in cui molti ragazzi che condividono lo stesso problema, l’ansia, davanti a un mondo del lavoro e a un’esistenza che è sempre più difficile far quadrare, sicuramente si ritroveranno. Daniel non offre soluzioni semplici, ma affronta il suo io più giovane e prova a consigliarlo in maniera semplice e diretta, con la consapevolezza di chi un problema l’ha affrontato e lo sta ancora tenendo sotto controllo. 

A corollario, le sue strisce e vignette più famose, da quelle che raccontano il suo amore per gli Angela, le sue reazioni (più che comprensibili) alle varie umanità su Facebook e a molto altro.

È un libro solo per i trentenni?

No, è un libro per tutti quelli che vogliono leggersi un buon fumetto, originale e personale.