Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Ti presento… Il Canneto Editore: Viaggio in casa di Martin Piaggio

22 maggio 18:00 - 19:30

Con maggio parte una nuova iniziativa, Ti presento l’editore… con cui Libro Più desidera valorizzare gli editori genovesi e liguri e le loro più recenti produzioni.

Cominciamo con il Canneto Editore, che quest’anno celebra il suo 10° anniversario di attività, con tre libri che parlano di Genova e di genovesi nel mondo. Ogni martedì, un autore di questa casa editrice sarà presente in Libreria alle ore 18:00.

Martedì 22 maggio: “Viaggio in casa di Martin Piaggio” a cura di Stefano

Stæ a sentî, se gh’eì pasiensa, a caxon da mæ par­tensa, e seguïme con coraggio ne-o domestico mæ Viaggio («Ora udite con pazienza, la ragion della partenza, e seguite con coraggio il dome­stico mio viaggio»). Con questi versi Martin Piaggio invita i lettori a seguirlo nella scoperta di uno dei palazzi della sua città, dei quali ave­va conoscenza diretta e assai vasta per via del suo lavoro di mediatore immobiliare. Ed è così che, un po’ leggendo, un po’ ridendo, entriamo a contatto con gli ambienti, i personaggi, le attività, i fermenti che da mattina a sera ani­mavano questi edifici dalle innumerevoli scale e scalette, stanze e stanzoni, porte e porticine. Illustrato da immagini d’epoca, Viaggio in casa (a cura di Stefano Fera, autore anche della traduzione dal genovese a fronte) ci fa riscoprire da un lato una Genova anti­ca più viva che mai, dall’altro la sua parlata, i suoi modi di dire e di scherzare: lingua e città, ugualmente inconfondibili e affascinanti, che trovano conferma e si esaltano l’un l’altra in questo sorprendente e vivacissimo ritratto.

L’autore 

Martin Piaggio (Genova, 30 dicembre 1774 – Genova, 22 aprile 1843) è stato un poeta italiano, che scrisse in lingua genovese. Figlio di Aurelio Maria, notaro e archivista della repubblica di Genova, rimase orfano all’età di sette anni. Studiò pressi i Padri scolopi, ai quali apparteneva suo zio Vincenzo, e poi venne eletto pubblico mediatore del banco di San Giorgio e questa fu la sua professione sino alla morte. Discendente del pittore Teramo Piaggio, si dedicò anche alla pittura sino al 1810, ma almeno dal 1815, data di stampa del suo primo lunario, dedicò la sua arte solo alla poesia vernacolare. Oltre alle opere raccolte e pubblicate da lui stesso o dopo la sua morte, compilò poesie occasionali di ogni tipo (ad esempio per le nozze di amici). La sua vena creativa si ridusse notevolmente dopo il 1833 quando perse la moglie, Teresa Bianchi, e una figlia amatissima. Morì improvvisamente nel 1843, poco dopo aver predisposto i versi da utilizzare per il proprio epitaffio.

Il curatore

Stefano Fera (Genova, 1958), architetto, attivo nel restauro di dimore storiche ed edifici monumentali, è specializzato nello studio dell’architettura pre-moderna e degli ordini architettonici. Ha insegnato in varie università italiane e straniere. Ha fondato e dirige l’Architectural Orders Academy, dedicata all’insegnamento degli ordini architettonici secondo il canone cinquecentesco.

Luogo

Libreria Libro Più
Via P. Anfossi 288r
Genova, GE 16164 Italia
+ Google Maps
Chiudi il menu
Vai alla barra degli strumenti